Salute e Benessere

Integratori alimentari, tutto ciò che c’è da sapere

Almeno una volta nella vita ognuno di noi ha fatto uso di integratori alimentari, per una ragione o un’altra abbiamo dovuto ricorrere a un sostegno per il nostro corpo.
Alcuni li prendono per sopperire a carenze nutrizionali, altri semplicemente perché prescritti dal loro medico.

Ma ti sei mai chiesto, che cosa sono davvero gli integratori alimentari e quando sono diventati così popolari?

Oggi vogliamo condividere delle informazioni che troverai sicuramente interessanti e soprattutto speriamo a fine lettura di aver fatto chiarezza su un tema fin troppo sfruttato.

Se hai domande come sempre, il nostro team di esperti è pronto a rispondere!

Integratori: la storia

Sebbene lo studio della “nutrizione” è antico come la notte dei tempi, la moderna scienza nutrizionale è invece piuttosto recente.

Se andiamo a cercare la prima volta dove fu accennato il nostro tema, lo troviamo nel libro di Catherine Price del giugno 1921 “Vitamania: How Vitamins Revolutionized the Way We Think About Food” che per la prima volta nominò la parola “vitamine”.

Ma è nella prima metà del XX secolo che c’è stata la prima identificazione e sintesi di molte delle vitamine e dei minerali essenziali conosciuti, e il loro uso per prevenire e trattare malattie legate a carenze nutrizionali.

Tutto iniziò quando il chimico polacco Casimir Funk ebbe l’idea di una “ammina vitale” nel cibo, derivante dall’osservazione dal guscio di riso che non trasformato proteggeva i polli da una condizione simile al Beriberi.
Questa vitamina fu poi isolata per la prima volta nel 1926, e chiamata tiamina, successivamente sintetizzata nel 1936 come vitamina B1.

Nel 1932, la vitamina C fu isolata e definitivamente documentata per la prima volta, per proteggersi dallo Scorbuto.

La sintesi chimica delle vitamine ha portato rapidamente a strategie alimentari e al trattamento di integratori vitaminici individuali. Questo anticipava l’uso moderno e la commercializzazione di multivitaminici per proteggersi dalle carenze, lanciando di fatto un’intera industria di integratori vitaminici.

Le malattie derivanti da carenza di singoli nutrienti ha anche portato ad addizionare micronutrienti ad alimenti di base, come lo iodio nel sale e la niacina (vitamina B3) e il ferro nella farina di frumento e nel pane.

Questi approcci si sono dimostrati efficaci nel ridurre la prevalenza di molte malattie da carenza comuni, e da allora si è assistito all’incremento di alimenti arricchiti con calcio, fosforo, ferro e vitamine specifiche (A, B, C, D).

Integratori, come assumerli

Ti sei mai chiesto, cosa si intende con integratore alimentare?

All’articolo 2 del Decreto Legislativo n° 169 del 21.052004, viene dichiarato che per «integratori alimentari» si intendono i prodotti alimentari destinati ad integrare la comune dieta e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali le vitamine e i minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, in particolare ma non in via esclusiva aminoacidi, acidi grassi essenziali, fibre ed estratti di origine vegetale, sia monocomposti che pluricomposti, in forme predosate.

Ma nello specifico vediamo i diversi significati riconosciuti per Integratore alimentare:

  • Un prodotto che contiene ingredienti dietetici come vitamine, minerali, aminoacidi, erbe o altri ingredienti botanici.
  • Un prodotto che integra le diete aumentando l’apporto alimentare complessivo.
  • Un prodotto contenente concentrati, metaboliti, costituenti, estratti o combinazioni di questi e ingerito sotto forma di capsula, polvere, softgel o gelcap e non rappresentato come “sostituto del cibo”.

Alcuni integratori possono aiutarti ad assumere una quantità sufficiente di sostanze vitali di cui il corpo ha bisogno per funzionare; altri possono aiutarti a ridurre il rischio dell’insorgenza di malattie. Ma gli integratori non devono sostituire i pasti completi necessari per una dieta salutare, quindi è sempre importante assicurarsi di mangiare anche una varietà di cibi.

Ma ora siamo onesti; quando è stata l’ultima volta che abbiamo mangiato le cinque o nove porzioni consigliate di frutta e verdura al giorno?
Nonostante tutti gli sforzi per seguire una dieta equilibrata, non sempre riusciamo a dare al nostro corpo tutti i nutrienti di cui ha bisogno.

Gli integratori possono essere utilizzati per colmare le lacune nutrizionali nella dieta e possono essere particolarmente utili per alcuni gruppi di persone (comprese donne incinte, donne in menopausa, vegani, vegetariani e persone con allergie alimentari) che potrebbero aver bisogno di livelli più elevati di determinati nutrienti o la cui dieta può limitare l’assunzione di alcuni nutrienti.

Ecco alcuni suggerimenti generali per chi già prende o vuole iniziare ad assumere un integratore alimentare:

  1. Controlla il dosaggio
    Assicurarsi di seguire le raccomandazioni sul dosaggio, stampate sull’etichetta o suggerite dal tuo medico è importante. Ricorda, gli integratori forniscono nutrienti aggiuntivi a quelli che stai già assumendo grazie ai pasti che consumi durante il giorno. E non c’è alcun reale vantaggio per la salute nell’assumere più vitamine o minerali del necessario; infatti, assumere troppe vitamine o minerali può causare effetti collaterali spiacevoli, come vomito o diarrea, e problemi di salute più gravi, come danni al fegato.
    Presta particolare attenzione soprattutto quando si tratta dei seguenti integratori:
    Ferro: il ferro è un minerale essenziale per il corpo umano la cui funzione principale è quella di trasportare ossigeno ai tessuti. Il ferro è importante anche per il mantenimento della funzione muscolare e cerebrale, nonché per il sistema immunitario. Tuttavia, se assumi più ferro del necessario, può accumularsi a livelli tossici nel cuore e nel fegato. Il sovraccarico di ferro può causare sintomi quali affaticamento e dolore articolare, impotenza sessuale e depressione.
    Vitamine A, D ed E: si tratta di vitamine “liposolubili”, il che significa che il tuo corpo immagazzina le eccedenze nel fegato e nel tessuto adiposo. Mentre molte vitamine sono “solubili in acqua” e possono passare attraverso il tuo corpo con effetti collaterali relativamente lievi, le vitamine liposolubili possono accumularsi a livelli tossici nel tempo.
  2. Non superare le dosi indicate
    Leggere l’etichetta è importante, perché ti assicura di non prendere una dose sbagliata dell’integratore, e puoi capire come eventualmente può interagire con i farmaci che prendi o gli alimenti che mangi.
    Prendi sempre il tuo integratore secondo le indicazioni sull’etichetta. Per un miglior assorbimento, alcuni integratori alimentari dovrebbero essere assunti con il cibo mentre potrebbe essere necessario prenderne altri a stomaco vuoto. Le vitamine liposolubili ad esempio dovrebbero essere assunte con un pasto contenente qualche tipo di grasso per favorire l’assorbimento.
  3. Non sostituire mai il cibo
    Vitamine e minerali possono essere usati come integratori da abbinare alla dieta, ma non dovrebbero mai essere usati come sostituti del cibo vero.
  4. Conserva correttamente gli integratori.
    Assicurarsi sempre di conservare gli integratori in un luogo fresco ed asciutto lontano da fonti di calore, luce e umidità.

Scegli DomTerry per il tuo benessere quotidiano

Dom Terry International è una società italiana, con sede in Milano, specializzata nella ricerca, nello sviluppo e nella commercializzazione di integratori alimentari.

Tutti i prodotti contengono una miscela brevettata a livello internazionale a base di una particolare inulina, a polimerizzazione controllata, che è in grado di “incorporare” non solo il Selenio e la Vitamina B12 ma anche altre sostanze utili per il nostro organismo.

L’attività di R&D viene condotta da un personale altamente qualificato, costantemente aggiornato sulle più recenti letterature scientifiche in merito a sicurezza e sinergia d’azione di tutti i nutrienti.

Oltre al personale interno, Dom Terry International si avvale del supporto scientifico delle più importanti università e di centri di ricerca nazionali e internazionali.

Scopri ora i prodotti della linea DomTerry sul sito https://domterryinternational.com/

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.